Home Servizi Comunicati Tecnico Opere Realizzazione rete irrigua distretto sinis sud.
Realizzazione rete irrigua distretto sinis sud. Stampa E-mail
Sabato 06 Aprile 2019 07:23

   COMUNICATO: REALIZZAZIONE DELLA RETE IRRIGUA DEL DISTRETTO DI SINIS SUD (AREA A RISCHIO SALINIZZAZIONE).

 

Il Consorzio di Bonifica dell’Oristanese ha ultimato il progetto di fattibilità tecnica generale  per la realizzazione della nuova rete irrigua consortile nel Distretto del Sinis Sud che prevede una spesa omnicomprensiva di  circa  € 26.119.600 per la realizzazione degli impianti di distribuzione irrigua nella zona del Sinis Sud nei Comuni di Cabras, S.V. Milis e Riola Sardo. L’obbiettivo è quello di dotare una zona ad alta valenza imprenditoriale dal punto di vista agricolo, delle necessarie infrastrutture irrigue. L’intervento è teso a risolvere anche un problema di carattere ambientale in quanto l’attuale sistema di irrigazione aziendale, costituito unicamente da approvvigionamento da pozzi, sta causando la completa salinizzazione della falda superficiale e profonda. L’intento è quello di dotare il territorio di una irrigazione tubata consortile con approvvigionamento dalle acque invasate nella diga Eleonora d’Arborea per il tramite del canale adduttore in destra Tirso garantendo così la cessazione dell’emungimento di falda.

L’area di intervento ricade in un area a rilevante vocazione agricola ma al tempo stesso sono insieme presenti aree di notevole pregio naturalistico sottoposte a protezione (vi è infatti la presenza di  ZPS e SIC) e aree caratterizzate da una notevole presenza di emergenze archeologiche di rilevante importanza: basti pensare che in posizione più o meno baricentrica è localizzato il sito dei Giganti di Monte Prama  tutt’ora oggetto di rilevazioni e scavi archeologici a cura della Soprintendenza. Di tutto ciò si è tenuto conto con le necessarie indagini archeologiche e le opportune scelte progettuali concretizzatesi in un attento studio dei tracciati al fine di evitare interferenze con le aree sensibili.

Si prevede di realizzare una rete irrigua di condotte principali, secondarie e distributrici in un territorio di 2756 ettari con 238 comizi irrigui di 10 ettari ciascuno con una portata generale necessaria per l’intero distretto di 1,75 mc/sec. L’acqua per i campi verrà garantita dagli apporti della parte terminale del canale adduttore destra Tirso che parte dalla Diga Santa Vittoria di Ollastra e che utilizza l’acqua proveniente dalla Diga Eleonora d’Arborea in territorio di Busachi. L’acqua verrà sostanzialmente sollevata utilizzando direttamente la centrale esistente di Pauli Crechi, in agro di San Vero Milis che verrà convenientemente riammodernata. Il Consorzio nei primi anni ’90, realizzo la rete irrigua del Sinis Nord-Est e gli impianti vennero dimensionati per le tipologie colturali in atto a quei tempi, costituiti da una centrale di pompaggio presso il vascone di accumulo di “Pauli Crechi” e una rete tubata in cemento amianto. Dall’intervento sopra citato rimase esclusa, per mancanza di finanziamento, la zona consortile del Distretto Sinis Sud per circa 2700 ettari.

Il progetto è stato suddiviso in 4 lotti funzionali.

Il primo lotto di  € 4.000.000,00 è stato finanziato nel 2017 dall’Assessorato regionale all’Agricoltura nell’ambito del FONDO DI SVILUPPO E COESIONE 2014/2020. Nel 1° lotto si prevede quindi la realizzazione del primo tratto della condotta principale del diametro di 630 mm e di una rete di condotte che approvvigiona 45 comizi per un totale di circa 450 ettari.

Con il secondo lotto per un importo di  € 7.580.000,00 si prevede di potenziare la centrale di sollevamento con la posa in opera di 8 pompe da 350 l/sec ciascuna, posa in opera di nuovi motori, quadri elettrici e trasformatori. In questo modo la centrale garantirà l’acqua al nuovo distretto Sinis Sud con 5 pompe e con altre 3 pompe verrà garantita la distribuzione dell’acqua nell’altro Distretto del Sinis Nord-Est. Poi si prevede la sistemazione e automazione degli organi di manovra del canale adduttore dx Tirso,  la realizzazione di parte delle condotte principali, secondarie e distributrici. Le condotte principali sopra previste  consentiranno  l’approvvigionamento di ulteriori  52 comizi per un’area  di 525 ettari.

 

Il Commissario straordinario Battista Ghisu precisa che “Il progetto generale è stato completato ed è in corso l’invio al Ministero a Roma per la valutazione di impatto ambientale.  Abbiamo gia’ a disposizione 4 milioni di euro per il primo lotto e chiederò al Presidente della Regione Cristhian Solinas di finanziare anche il secondo lotto. Il progetto consentirà di estendere l’irrigazione consortile in uno dei territori più fertili della Sardegna e tende a risolvere un problema di carattere ambientale come la salinizzazione delle terre a seguito dell’approvvigionamento da pozzi, che sta causando la completa salinizzazione della falda superficiale e profonda. L’estensione dell’area consortile per oltre 2700 ettari mette le basi per il rafforzamento dell’organico per dare un servizio efficiente alle aziende agricole e di allevamento”.

 

Allegato: Planimetria intervento

icon Sinis sud_2019 (3.34 MB 2019-04-06 09:20:16)

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Aprile 2019 07:27
 
Copyright © 2007-2019 Consorzio di Bonifica dell'Oristanese.Tutti i diritti riservati.









Consorzio di Bonifica dell'Oristanese - Via Cagliari 170 - Oristano -
Centralino: 0783/3150 - Codice Fiscale: 90022600952
PEC: protocollo.cbo@pec.it